venerdì 4 marzo 2011

1° Biennale delle Artiste del Mediterraneo. Sezione Architettura


LA CITTA’ DELLE DONNE. Immaginare, fondare, costruire realtà.
Donne e Architettura: otto per infinito.

Martedì 8 marzo, al via la 1° edizione della “Biennale delle artiste del Mediterraneo”, voluta e ideata da Le Officine di Hermes con il preciso intento di promuovere l’ interculturalità e la cooperazione mediterranea, privilegiando il punto di vista femminile, con particolare riferimento alla dimensione estetico-creativa.

Quattro giorni intensi pensati per promuovere dei seri momenti di riflessione sul mondo femminile, allo scopo di ridare valore alla definizione dell'universo femminile sottratto a semplificazioni, a rivendicazioni, costruttivo e inclusivo, aperto e dinamico. Tutto questo è ben sintetizzato nel sottotitolo dell'evento "Immaginare, fondare, costruire realtà", con cui si pone l'accento sulla attiva e creativa presenza della donna, nei suoi molteplici e imprescindibili ruoli.
Le officine di Hermes e ArteAlta, con il suo Osservatorio Internazionale dei Paesaggi Mediterranei (OIPaM), dedicano questa prima edizione della Biennale al mondo dell'architettura, prendendo spunto dalle celebrazioni dell’8 marzo, festa della donna, la scelta del tema “Donne e architettura: otto per infinito”. Tutto ruota intorno al numero otto che si trasforma nel simbolico leitmotiv attorno a cui far ruotare l’intero evento. Difatti otto sono i luoghi, otto le donne architetto del Mediterraneo, otto le donne capogruppo, otto le giornaliste…
Con in più la prerogativa simbolica dell’otto ruotato che rappresenta l’infinito, da qui lo slogan otto x infinito.

L’evento si sviluppa nel comprensorio taorminese della provincia di Messina negli otto comuni di: Alì Terme, Forza d’Agrò, Gallodoro, Giardini, Letojanni, Mongiuffi, Pagliara, Roccalumera, Sant’Alessio, Savoca dove si susseguiranno, accanto ai protagonisti del workshop, eventi collaterali, incontri, confronti di esperienze, presentazioni di libri e riviste.
L’incontro con otto donne dei paesi ospiti che si affacciano sul Mediterraneo: Algeria - Egitto - Grecia - Libano - Malta - Marocco - Spagna – Tunisia, a compimento di questo straordinario “viaggio nella città mediterranea”.
Tre tematiche trasversali saranno inoltre il riferimento costante per tutti i gruppi di lavoro: il paesaggio come obiettivo di qualità territoriale a cui tendere, la sostenibilità e della bioarchitettura, l’ illuminotecnica.
A conclusione del workshop sarà effettuata una giornata di studio in cui i gruppi di lavoro esporranno i loro progetti, raccontando le diverse anime della città mediterranea alla presenza di importanti ospiti del mondo dell'architettura e dell'urbanistica.
In ultimo la premiazione “Otto x infinito” che quest’anno verrà assegnato all’architetto italiano Benedetta Tagliabue, esponente di spicco dell’architettura internazionale.


Dall'8 al 12 marzo 2011


Segreteria organizzativa
Le Officine di Hermes
Giardini di Naxos (Me)
cittadelle donne.biennale@gmail.com

Condividi

http://labs.ebuzzing.it