giovedì 28 giugno 2012

Soju Konda, il fotografo venuto dal freddo



Venerdì 29 giugno alle ore 18,00, al Blu di Fregene, sul Lungomare di Ponente, prosegue la programmazione delle mostre d'arte contemporanea in spiaggia. 
Per la prima volta in Italia le opere del fotografo nipponico Soju Konda che, con i suoi scatti, ci porta nei lontani e freddi paesaggi del nord del Giappone. Attratto dalle forme che la natura produce, le sue foto sono come  dipinti ideali, sogni di luoghi inesistenti. Attraverso di loro si ascolta il silenzio della neve che si posa su di un ramo o il fruscio del vento tra le foglie.

Soju nasce nel ’70 a Chigasaki vicino Tokyo ma dopo gli studi decide di venire in Europa. Viaggio che ha cambiato la sua vita, al rientro in Giappone  inizia a lavorare per i più importanti magazine e nel ‘94 si trasferisce a Nganuma nell’isola di Hokkaido dove scatta fotografie naturalistiche mentre si occupa della sua terra facendo l’agricoltore.
La mostra comprende venti piccole e minuziose fotografie (20x20 o 20x30), realizzate con tecniche grafiche complesse e raffinate.
Un contrasto voluto, che si fonde bene con la location, la spiaggia di Fregene (Roma), dove, tra sabbia, sole e mare si potranno percepire i sapori lontani dell’inverno giapponese. Il vernissage è accompagnato dall’ aperitivo del Blu con musica curata dai djs Lorenzo Rossi e Massimino, mentre la serata prosegue nel  ristorante con cena a base di cucina giapponese (si consiglia di prenotare) e  musica live che propone il violinista Victor Karam. La programmazione artistica del Blu quest’anno è curata dal modenese Enrico Federico Rossi che ha rinnovato la spiaggia del Blu dando vita a nuovi messaggi artistici che si fondono con la vita vacanziera del mare e del divertimento.



Condividi

http://labs.ebuzzing.it